MIXED ABILITY RUGBY: BUONA LA PRIMA! – Fondazione I.R.P.E.A.
Disabilità,  Eventi,  Progetti

MIXED ABILITY RUGBY: BUONA LA PRIMA!

Esperienza importante quella di sabato scorso per alcuni dei nostri ospiti: Antonella, Annalisa, Patrizia, Jenny e Max! Prima trasferta per la squadra padovana di Mixed Ability Rugby gestita da Roccia Rubano Rugby sezione Rovinassi Old Rugby. Squadra ospitante il CRon Chivasso rugby onlus.

“Il Roccia Rubano Mixed Ability Rugby conclude la sua prima trasferta con un buon risultato e la soddisfazione nella avviata amicizia con il Chivasso Rugby onlus.
La lunga marcia iniziata poco più di un anno fa sui campi di via Borromeo ha raggiunto la prima importante tappa: una trasferta a tutti gli effetti ed una partita vera giocata alla pari tra pari giocata dai nostri ragazzi in pieno spirito rugbystico con il sostegno di facilitatori d’eccezione.
Un 3 a 2 sul campo, a favore del Chivasso, che racconta perfettamente lo spessore anche del confronto.
Pioveva sabato mattina su Padova e dintorni quando, nel buio, il manipolo di atleti, accompagnatori e facilitatori prendeva posto sui due comodi pulmini messi a disposizione da IRPEA. Alla guida due piloni: la cosa di per sè non era molto rassicurante, ma comunque si va.
Sosta all’autogrill e si riparte. Ci siamo tutti, perso nessuno, possiamo farcela.
Alle 11.15 arrivo al campo con un sole caldo che ci accoglie. Presentazione veloce e via a cambiarsi. In spogliatoio distribuzione delle maglie “quelle con i numeri” come le chiamano i ragazzi per dare solennità all’evento.
Due parole di benvenuto e poi in campo per una fase di riscaldamento pre-partita. 
Al momento del saluto iniziale la nostra squadra, che per l’occasione indossa la muta da gioco dei Rovinassi, riceve i complimenti per la maglia. Dobbiamo chiaramente spiegare che lo sponsor è quello scritto sulla spalla destra mentre quello scritto sulla spalla sinistra è il nostro talent scout a bordo campo. A proposito: ciao Secco.
Inizia la partita con la nostra squadra rinforzata da tre ragazzi del Chivasso, e con alle ali, in via sperimentale, Mattia e Ricky7, due soggetti di peso. Facilitatori di lusso Valentina e Pavo già ingaggiati per il futuro.
Primo pallone giocabile e ci rendiamo subito conto che sarà rugby vero.
I ragazzi del Chivasso vengono dentro come schegge e impostano raggruppamenti che la nazionale vista ultimamente se li sogna!
Rompiamo il ghiaccio con una meta in solitaria di Giampaolo. La reazione dei padroni di casa ci porta ad una lunga fase di raggruppamenti ed aperture nella parte centrale del campo con i nostri avversari che, più organizzati, prima dello scadere segnano due mete.
Le ragazze, quasi tutte impegnate in mischia, lavorano in silenzio nel lavoro sporco della conquista dei palloni.
Nella ripresa, dopo due raggruppamenti consecutivi, segnamo la meta del momentaneo pareggio.
Pronta reazione dei casalinghi che segnano su bella azione corale.
La partita termina con il più tradizionale dei corridoi ed un cerchio finale con reciproco scambio di ringraziamenti e congratulazioni per la bella esperienza condivisa.
Terzo tempo di sostanza in cui ci facciamo valere e si riparte per il rientro rallentato da Nostra Signora della Pianura Padana: la Nebbia.
Alle 20.30 parcheggiamo i pulmini nel cortile di IRPEA e ce ne torniamo a casa contenti e convinti di essere sulla giusta strada.”